Sezione di Cuneo PAOLO RUBINO ODV

News

Testamento solidale. Quando i grandi progetti non hanno eta’

Domani, 13 settembre, è la “Giornata Internazionale del Lascito Solidale” e si terrà la prima edizione dell'“Open Day Solidale”, ospitato in 60 Consigli Notarili d'Italia: l’evento è stato creato in collaborazione con il Consiglio Nazionale del Notariato e si prefigge di offrire una consulenza gratuita a chi vuole saperne di più sul testamento solidale. In Italia il 5% degli over 50 (25,5 milioni circa) ha già fatto o pensa di fare un lascito solidale, una percentuale in lenta ma costante ascesa tanto che sul 2016 è cresciuta del 15%; ma è anche vero che il nostro Paese è ancora fanalino di coda in Europa. ll “Comitato Testamento Solidale”, di cui AIL è parte attiva dal 2013, è nato quindi con l’obiettivo di informare e sensibilizzare la popolazione sull'importanza del lascito solidale.

Tanti ancora non sanno che l’ordinamento giuridico italiano ha una peculiarità e tutela sempre la famiglia a cui destina la quota legittima. Per la quota disponibile invece, si può scegliere liberamente di contribuire ad una causa benefica, anche devolvendo una piccolissima parte dei propri beni o un oggetto, come un prezioso o una polizza. Affinché le proprie volontà vengano rispettate è sempre bene, prima di redigere un testamento, avvalersi del supporto di un notaio. Non è indispensabile avere grandi patrimoni per compiere un gesto di solidarietà. Oggi, con un lascito solidale anche chi si trova in una condizione economica e sociale non privilegiata può con una piccola somma di denaro “fare la differenza” e contribuire in maniera significativa al “bene comune”.

Guarda il video

Leggi qui per maggiori informazioni.

Qui l’elenco dei collegi notarili aderenti.