Le case ail a Cuneo

Per dare risposta alle esigenze dei malati ematologici cuneesi, l’AIL provinciale ha aperto, tra il 2004 e il 2013, tre strutture vicinissime tra loro e a pochi passi dall’ospedale:

  • “casa Marisa”, in via Schiaparelli 29 (appartamento offerto in comodato gratuito illimitato dalla “Fondazione orizzonte speranza”);
  • la casa presso la sede associativa, in via Schiaparelli 23;
  • la “nuova casa AIL”, all’angolo tra via Schiaparelli e via Bassignano.

Sono così disponibili in totale 12 posti letto, suddivisi in 5 stanze doppie e 2 singole. E’ stata inoltre creata una “stanza d’attesa” in “casa Marisa” con poltrone reclinabili e sala caffè per i pazienti più fragili che attendono la visita e/o la terapia in “day hospital”.

 

La richiesta di ospitalità nelle case va inoltrata alla Segreteria A.I.L. o alla Caposala del reparto di Ematologia: l’assegnazione dell’alloggio viene effettuata in base alla disponibilità, viene data ad un massimo di due persone per ogni nucleo famigliare e comunque non si configura in alcun modo come struttura sanitaria. Al momento della consegna delle chiavi, agli ospiti viene richiesto il pagamento di una cauzione che viene restituita all’uscita; per il resto, la permanenza nelle case è assolutamente gratuita: ogni ospite sarà libero, se lo ritiene, di dare un’offerta per il servizio fruito e potrà farlo anche in modo assolutamente anonimo, ricorrendo al conto corrente bancario o postale.

Le spese ordinarie di gestione delle residenze (riscaldamento, luce, spese condominiali) sono sostenute dall’A.I.L., che vi provvede con i fondi raccolti nelle manifestazioni su piazza ed attraverso le donazioni private e pubbliche; gli ospiti devono accollarsi solo le spese personali, come l’acquisto di cibi, bevande e detergenti, nonché provvedere alla pulizia dei locali di uso personale.