Il tuo contributo

Cuneo A.I.L. non contatta nessuno porta a porta o telefonicamente per chiedere contributi economici da destinare all’Associazione o all’ospedale: in caso di dubbi, contattate la segreteria! Ecco gli unici modi per aiutarci nella lotta alle leucemie:

Dare un contributo economico:

Conti Correnti Bancari:

  • c/o UBI BANCA – IBAN: IT 58 G 03111 10200 000000000351
  • c/o BANCA PROSSIMA – IBAN: IT 68 S 03359 01600 100000137784
  • c/o BANCA UNICREDIT – IBAN: IT 60 F 02008 10202 000103918678

Conto corrente postale: n°71168090

Diventare “collaboratori”

per le iniziative nazionali, offrendo qualche ora di disponibilità per la distribuzione sulle piazze di Stelle di Natale e Uova di Pasqua; oppure proporre iniziative locali (concerti, spettacoli teatrali, raccolte fondi) sponsorizzate da Cuneo A.I.L.

Diventare “soci”

versando la quota di 5 euro per il socio ordinario e 50 euro per il socio sostenitore;

Scegliere bomboniere “alternative”

per nascite, comunioni, nozze. I nostri volontari sono a disposizione per confezionare cartoncini e pergamene, intestati a Cuneo A.I.L., che danno la possibilità di comunicare che la spesa della bomboniera è stata sostituita con una donazione per la lotta alle leucemie;

pergamena cresima pergamena nozze pergamena comunione

Dare una mano per le “case AIL”

per lavoretti di riparazione e per mantenere in buono stato di conservazione gli interni (ricambi di tende, stoviglie, arredi dei letti…) oppure per fare un po’ di compagnia agli ospiti che sono soli.

VANTAGGI FISCALI

Tutto il denaro raccolto viene esclusivamente utilizzato a livello provinciale, per sostenere attività di ricerca ed assistenza in collaborazione con l’ospedale “S.Croce” di Cuneo. Le donazioni a favore delle ONLUS comportano dei vantaggi fiscali in sede di dichiarazione dei redditi sia per le persone fisiche che per le imprese.
PER LE PERSONE FISICHE

  • Sono DETRAIBILI DALL’IRPEF nella misura del 26%, per un importo non superiore a € 2.065,83.

OPPURE

  • Il loro valore è DEDUCIBILE DAL REDDITO IMPONIBILE nella misura del 10% del reddito imponibile e con un tetto massimo di € 70.000,00.

PER LE IMPRESE

  • Le OFFERTE IN DENARO sono DEDUCIBILI DAL REDDITO dichiarato per un importo non superiore a € 2.065,83 o al 2% del reddito d’impresa.

OPPURE

  • Le OFFERTE IN DENARO O IN NATURA SONO DEDUCIBILI DAL REDDITO dichiarato nel limite del 10% del reddito d’impresa e comunque nella misura massima di € 70.000,00 annui.

Al fine di ottenere i vantaggi sopra indicati, il versamento deve essere effettuato secondo modalità “tracciabili”: bonifico bancario, assegno, bollettino postale: alla certificazione rilasciata dall’associazione beneficiaria è quindi necessario allegare anche copia della documentazione comprovante il versamento.

I vantaggi di cui sopra non sono cumulabili: chi effettua la donazione dovrà valutare, al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi, di quale agevolazione è più conveniente fruire.

IDEE ANCHE PER LE AZIENDE.

Ci sono molte possibilità anche per lavorare insieme al mondo commerciale, in parte già praticate: la consapevolezza della sensibilità attuale verso il mondo del “no-profit” ed il concetto di responsabilità sociale può giovare all’immagine delle aziende che decidono di collaborare con il volontariato.

Coinvolgimento reciproco nell’organizzazione di eventi: le aziende possono coinvolgere l’AIL quando celebrano ricorrenze, traguardi aziendali, fedeltà al lavoro dei dipendenti; d’altro canto possono essere vicine all’AIL nelle sue molteplici azioni che garantiscono visibilità di immagine, come convegni scientifici, campagne d’informazione, concerti ed eventi di raccolta fondi. L’AIL può essere poi inserita tra i destinatari di premi a concorso non ritirati o semplicemente le può essere regalato uno spazio in newsletters o pubblicazioni aziendali dove ospitare comunicati stampa per far conoscere progetti ed iniziative. C’è infine il semplice “passaparola” con i dipendenti, suggerendo loro di ricordare l’A.I.L. in occasioni particolari (nascite, matrimoni, pensionamento), sia tramite bomboniere solidali che mediante donazioni, nell’avvertenza che ogni versamento è fiscalmente detraibile.

L’idea più affascinante sarebbe, però, quella in cui un’azienda decidesse di “coltivare un progetto” A.I.L., nel settore della ricerca o dell’assistenza: questa iniziativa coinvolgerebbe direttamente l’azienda nella “mission” dell’AIL con ripercussioni in uno scenario più ampio di quello strettamente aziendale.

Clicca qui per scoprire come adottare un progetto!